Archivio delle categorie ebook

Sogni.

“Nulla al mondo può prendere il posto della perseveranza.

Non il talento, nulla è più comune di uomini di talento falliti.

Non il genio; il genio incompreso è ormai un luogo comune.

Non l’istruzione; il mondo è pieno di derelitti istruiti.

Solo la perseveranza e la determinazione sono onnipotenti.”

Calvin Coolidge

 

(Calvin Coolidge nacque a Plymouth Notch, nel Vermont, il 4 luglio 1872. Coolidge è stato il 30º Presidente degli Stati Uniti d’America, in carica dal 1923 al 1929. Si laureò al prestigioso Amherst College in Massachusetts e nel 1897 divenne avvocato a Northampton. Coolidge, noto anche come “Silent Cal,” scelse di non candidarsi per un secondo mandato. Morì a Northampton, in Massachusetts, il 5 Gennaio 1933.)

Poesia/Sogni

Il sogno

Se il sonno fosse (c’è chi dice) una

tregua, un puro riposo della mente,

perché, se ti si desta bruscamente,

senti che t’han rubato una fortuna?

Perché è triste levarsi presto? L’ora

ci deruba d’un dono inconcepibile,

intimo al punto da esser traducibile

solo in sopore, che la veglia dora

di sogni, forse pallidi riflessi

interrotti dei tesori dell’ombra,

d’un mondo intemporale, senza nome,

che il giorno deforma nei suoi specchi.

Chi sarai questa notte nell’oscuro

sonno, dall’altra parte del tuo muro?

 

Jorge Luis Borges

(Poeta argentino)

Poesia/Sogni

Il sogno cattivo

Se guardo questo pettine sottile

di tartaruga e d’oro, che affigura –

opera egregia di cesellatura –

un germoglio di vischio in novo stile,

 

risogno un sogno atroce. Dal monile

divampa quella gran capellatura

vostra, fiammante nella massa oscura.

E pur non vedo il volto giovenile.

 

Solo vedo che il pettino produce

sempre capelli biondo-bruni e scorgo

un cielo fatto delle loro trame:

 

un cielo senza vento e senza luce!

E poi un mare… e poi cado in un gorgo

tutto di bande di color di rame.

 

Guido Gozzano

Poesia/Sogni

I sogni sono fatti di tanta fatica.

Forse, se cerchiamo di prendere delle scorciatoie,

perdiamo di vista la ragione

per cui abbiamo cominciato a sognare

e alla fine scopriamo

che il sogno non ci appartiene più.

Se ascoltiamo la saggezza del cuore

il tempo infallibile ci farà incontrare il

nostro destino.

Ricorda:

“Quando stai per rinunciare,

quando senti che la vita è stata

troppo dura con te,

ricordati chi sei.

Ricorda il tuo sogno”.

 

Sergio Bambarén da “Il delfino”

Poesia/Sogni

Quanto più chiudo gli occhi, allora meglio vedono,
perché per tutto il giorno guardano cose indegne di nota;
ma quando dormo, essi nei sogni vedono te,
e, oscuramente luminosi, sono luminosamente diretti nell’oscuro.

Allora tu, la cui ombra le ombre illumina,
quale spettacolo felice formerebbe la forma della tua ombra
al chiaro giorno con la tua assai più chiara luce,
quando ad occhi senza vista la tua ombra così splende!

Quanto, dico, benedetti sarebbero i miei occhi,
guardando a te nel giorno vivente,
quando nella morta notte la tua bella ombra imperfetta,
attraverso il greve sonno, su ciechi occhi posa!

Tutti i giorni sono notti a vedersi, finché non vedo te,
e le notti giorni luminosi, quando i sogni si mostrano a me.

William Shakespeare, Sonetto 43

Non tutto è scontato!

Quando diamo qualcosa per scontato, non ci accorgiamo neanche di correre dei rischi  a causa delle persone che fanno parte della nostra vita oppure semplicemente a causa di tutto quello che facciamo o abbiamo o diciamo o viviamo, pensando sempre di fare la cosa giusta.

Ma non è così! Usiamo le cose, ma non le conosciamo, non le curiamo…

…usiamo il cellulare e diamo per scontato che funzioni, ma se non abbiamo caricato la batteria diventa un oggetto inutile che non risponde più alle nostre esigenze in caso di necessità…

…usiamo l’auto, diamo per scontato che ci sia il carburante, ma, se non l’abbiamo messo faremo pochi chilometri, l’auto si fermerà e diventerà solo un ammasso di ferro, circuiti elettronici e plastica inutili: non ci servirà…

…usiamo il computer e diamo per scontato che la batteria duri in eterno e così, mentre stiamo lavorando freneticamente, all’improvviso il display si colora di nero, non risponde ai nostri comandi ed abbiamo perso tutto: non ci serve!

Dunque siamo stati sbadati, distratti, poco accorti, ma la conseguenza è che, non abbiamo fatto del male a nessuno, solo a noi stessi!

Cosa diversa è quando non parliamo di cose, ma di persone…

…diamo per scontato che ci sposeremo ed avremo dei figli e, con molta superficialità, non approfondiamo la conoscenza dell’altro: corriamo un rischio! Il risultato è spesso un rapporto a tempo determinato con conseguente separazione, divorzio e battaglie legali per il patrimonio e per i figli!

…diamo per scontato di conoscere  amici, parenti, compagni di vita, figli, nipoti, ma ci irritiamo quando ci viene chiesto, ascolto, collaborazione, condivisione  di idee lontane dalle nostre. Non ci rendiamo conto che non abbiamo approfondito la loro reale conoscenza, abbiamo solo “ritenuto” che la pensassero come noi; risultato: la solitudine !

…diamo per scontato che quando eleggiamo delle persone, a livello comunale, regionale o nazionale, lavoreranno in nome e per conto nostro; risultato: ognuno si interessa solo del suo  “orticello” disinteressandosi dei problemi dei cittadini, provocando solo disagi e malumori.

Impariamo a conoscere ed approfondire le idee di chi ci circonda, anche con gli occhi della ragione e non solo con quelli del cuore, per non sbagliare ancora!

Gennaro Caparco

Poesia/Sogni

Non respingere i sogni perché sono sogni.
Tutti i sogni possono
essere realtà, se il sogno non finisce.
La realtà è un sogno. Se sogniamo
che la pietra è pietra, questo è la pietra.
Ciò che scorre nei fiumi non è acqua,
è un sognare, l’acqua, cristallina.
La realtà traveste
il sogno, e dice:
“Io sono il sole, i cieli, l’amore”.
Ma mai si dilegua, mai passa,
se fingiamo di credere che è più che un sogno.
E viviamo sognandola.
Sognare è il mezzo che l’anima ha
perché non le fugga mai
ciò che fuggirebbe se smettessimo
di sognare che è realtà ciò che non esiste.
Muore solo
un amore che ha smesso di essere sognato
fatto materia e che si cerca sulla terra.

Pedro Salinas

Poeta spagnolo (Madrid, 27 novembre 1891 – Boston, 4 dicembre 1951)

Sogni.

“Non mi scoraggio perchè ogni tentativo sbagliato scartato è solo un passo in avanti”

Edison

Sogni.

“Sogna in grande e osa fallire”

Sogni.

Se sognare un po’ è pericoloso, il rimedio non è sognare di meno ma sognare di più, sognare tutto il tempo.
(Marcel Proust)